sabato 7 settembre 2013

Come si forma un Comunicatore Tecnico in Italia? Proviamo a disegnare una mappa...

Nel 2009 vi raccontavo del mio esordio in questa professione, avvenuto nel 2005, basato su un approccio da autodidatta che era sostanzialmente l'unico percorso di cui disponevo.

Dal 2009 fino ad oggi ho scritto più di 240 articoli in cui ho provato a spiegare questa professione e quanta formazione sia necessaria per poterla esercitare.


Dal mese di Gennaio di quest'anno ho scritto 4 post mirati sul tema:

Prima parte
Seconda parte
Terza Parte
Quarta Parte

... con i quali ho tentato di individuare il perimetro di un territorio, con tutte le eventuali manchevolezze di un disegno in bozza. Ma ora vorrei provare ad iniziare un percorso più ambizioso, una specie di elenco, di mappa, di classificazione delle occasioni di formazione fornite da realtà pubbliche e private, in Italia, per i professionisti della comunicazione tecnica.

Il percorso sarà volutamente disordinato, asincrono rispetto ad altre tematiche che sto sviluppando e che vi proporrò nel frattempo, indefinito nel suo sviluppo temporale e... collaborativo.

Spero di ricevere le vostre segnalazioni, spero che mi indichiate corsi universitari/master o iniziative proposte da aziende private o associazioni o corsi erogati in formazione finanziata attraverso organizzazioni inter-professionali o altro ancora. Il tutto, finalizzato alla formazione del comunicatore tecnico.

Ho già alcuni post in rampa di lancio, spero che le vostre segnalazioni possano aiutarmi a scriverne altri per arricchire "la mappa".

Condividi


Articoli correlati per categorie



2 commenti:

comunicazionetecnica ha detto...

Ciao Alessandro,

I tuoi post sono sempre molto stimolanti e energetici! Offro volentieri il mio contributo. La professione del "comunicatore tecnico", profilo un po' più ampio del "redattore tecnico" o "technical writer", è una professione che mi ha dato molte soddisfazioni anche se chiede sacrifici, dedizione e metodo soprattutto se sviluppata in outsourcing come facciamo noi in Writec.

Che formazione possiamo offrire come Writec?

In prima battuta il metodo Information Mapping che abbiamo eletto come metodo alla base di una informazione facile da trovare, da capire e naturalmente per gli autori facile da aggiornare. Il metodo è rivolto a chiunque deve usare la scrittura come mezzo di comunicazione professionale (impiegati, tecnici, docenti). Nasce a cavallo di due università statunitensi negli anni '60 e ha coniato il termine "scrittura strutturata".
Questo metodo stravolge i concetti di scrittura accademici che mal si adattano al mondo professionale e permettono a chiunque lo applichi, di comunicare in modo chiaro e professionale.

Poi nel marzo di quest'anno abbiamo aperto al "pubblico" i nostri corsi di formazione, normalmente erogati presso le aziende, con "Writec Academy: uno starter-kit per la comunicazione tecnica". Qui mettiamo in campo quattro docenti e gli argomenti al momento trattati solo la scrittura tecnica, la scrittura di business e di marketing, la progettazione degli online help, le illustrazioni tecniche, la User Experience, la terminologia e il project management per i Documentation Manager. Tutti i docenti offrono non solo la conoscenza, ma l'esperienza sul campo e un metodo.

Tutti i dettagli sono qui: http://www.writec.com/formazione.asp?zona=formazione

Alèxandròs ha detto...

Ehhh no Vilma! Mica te la puoi cavare così! :-)
Tu e la Writec sarete l'oggetto di un prossimo post! Non mi bruciare ORA tutte le domande dell'intervista che volevo farti e CHE MI CONCEDERAI... VEROOOO?
:-)

Posta un commento