mercoledì 16 luglio 2014

Limber Learning: una nuova piattaforma per la formazione a distanza

Limber Learning è una nuova piattaforma per la formazione a distanza/online.


E' un'idea che nasce quasi per gioco e anche per tentare di colmare un "vuoto", in un mercato della formazione assolutamente ipertrofico per quello che riguarda l'offerta di corsi e competenze "di base" ma non sempre adeguato in altre direzioni.

In questi 5 anni di blog ho affrontato spesso il problema della formazione nel campo della Comunicazione Tecnica, sottolineando quanto sia deficitaria la situazione italiana.

In Italia non esiste un percorso di formazione ufficiale per istruire i professionisti che devono occuparsi di realizzare i contenuti tecnici che dovrebbero accompagnare i prodotti delle nostre aziende.

Le uniche iniziative in questo settore sono ascrivibili alle attività di formazione proposte da aziende private o da associazioni di categoria come COM&TEC.

A livello Universitario non c'è praticamente nulla, ad eccezione di alcune iniziative "illuminate" ma limitate (sarei grato a chi volesse segnalarmi qualcosa che mi sia sfuggito), ma nulla che possa assomigliare ad un percorso organico, completo, almeno su base triennale.

Tutto ciò non è nemmeno lontano parente di quanto potete trovare nei paesi anglosassoni (dove esistono percorsi formativi di 3, 5 o 7 anni) o anche in Francia o in Germania o in altri paesi Europei.

E' una situazione incredibile, se pensiamo che l'Italia, nonostante tutti i suoi probemi, è un paese che:

- fa parte del G7
- è il secondo paese manifatturiero d'Europa dopo la Germania
- è all'ottavo posto, nel mondo, tra i paesi esportatori di merci

Inoltre nel mio ruolo di Technical Documentation&Training Manager in CrossIdeas, da più di 3 anni mi occupo anche di progetti di formazione (Formazione Finanziata, Formazione in Apprendistato) e sono entrato in contatto con realtà imprenditoriali importanti nel campo della formazione, toccando con mano quanto sia strategico questo settore per le aziende che vogliono aumentare la loro competitività in un mercato quanto mai difficile e sempre più globalizzato.

Ma ho anche toccato con mano la difficoltà delle aziende che hanno un profilo tecnologico medio-alto a reperire sul mercato un'offerta di formazione adeguata.

Da queste ed altre riflessioni ho preso lo spunto per partecipare in prima persona ad un'iniziativa, mettendo a disposizione le mie diverse competenze per realizzare Limber Learning.

Limber Learning (LL) è una piattaforma multi-disciplinare per la formazione online/a distanza, dove potranno essere erogati corsi che andranno a coprire diverse discipline (Psicologia, Diritto, Informatica, Comunicazione Tecnica, ...).

LL nasce sulla base di poche ma chiarissime idee.

La “formazione continua” è oggi un’esigenza strategica, in ogni campo abbiamo bisogno di aggiornamenti continui ma anche rapidi.

Aggiornamenti erogati in moduli ben definiti, di qualità, che possono essere fruiti da casa o dalla propria postazione di lavoro, abbattendo costi inutili, senza il bisogno di spostarsi in un luogo fisico per partecipare a una tradizionale lezione frontale.

LL è maggiormente orientata verso i professionisti:
  • che già operano in un certo settore e devono approfondire/selezionare le proprie competenze;
  • che vogliono aggiornare il proprio profilo professionale o acquisire nuove conoscenze per seguire i cambiamenti del mercato del lavoro.
Ovviamente ci sono già molte piattaforme attive per la formazione a distanza, ma la "unique selling proposition" di LL si basa le condizioni contrattuali che vengono offerte ai docenti e che nascono dalla consapevolezza che:
  • la qualità dei contenuti deve essere elevata;
  • la qualità dipende dalle competenze dei docenti;
  • la qualità deve essere ricompensata adeguatamente.
LL è giovanissima e molto deve ancora crescere. Per quanto concerne il mio ambito, già da Settembre spero di proporvi uno o due webinar gratuiti sulla Comunicazione Tecnica. Poi seguiranno altri contenuti.

Ovviamente il deficit di formazione nel campo della Comunicazione Tecnica non può essere colmato solo perchè esiste una nuova piattaforma online. E ben altre iniziative dovrebbero essere messe in campo.

LL è un tentativo, una proposta, un'area aperta a tutti quelli che pensano di avere qualcosa da proporre, una piattaforma già pronta ad ospitare contenuti interessanti e di qualità, perchè non ci si può sempre lamentare di "quello che manca" ma bisogna pur provare a fare qualcosa.

www.limberlearning.com

Condividi


Articoli correlati per categorie



4 commenti:

Alesatoredivirgole ha detto...

Ciao Alessandro,
lo scorso settembre (2013) mi sono iscritto alla Facoltà di Scienze della Comunicazione (Triennale) dell'Università UNIMORE di Reggio Emilia e Modena.
La modalità di svolgimento è FAD "a distanza".

In pratica:
- stesso programma degli studenti in presenza
- stessi Docenti
- stessi testi
- stessi esami
- stesso materiale con, in aggiutna solo per gli studenti FAD, lezioni in diretta che si possono rivedere in ogni momento anche in streaming.

Ovviamente il corso FAD prevede un supplemento/anno proprio perchè offre: - lezioni-video dedicate (1 ora a settimana per ogni materia).
- tutor FAD
- segreteria FAD dedicata
- filo diretto con i professori.

Il primo anno è andato oltre ogni mia rosea aspettativa, 7 esami superati su 7 ed anno terninato in pari con il programma.

Ma sono già in cors per i prossimi esami di Novembre ... anticipo del secondo anno.

Ecco alcuni riferimenti: http://www.fad.unimore.it/

Alèxandròs ha detto...

Ciao Davide. I detrattori della FAD sostengono che le lezioni in modalità frontale non sono barattabili con la formazione online. Ovviamente una lezione in modalità frontale permette delle modalità d'interazione diversa rispetto ad una lezione online. Tuttavia, per chi non l'ha provato sulla sua pelle, deve essere chiaro che 1 ora di lezione online può corrispondere a 3-4 ore di modalità frontale, perchè l'intensità di una lezione online è di solito più elevata. Inoltre, si trascura un dato che tu giustamente hai sottolineato, cioè la possibilità di rivedere N volte la lezione. L'Università tradizionale spesso impone allo studente una "dispersione" di energia in molte attività non legate alla didattica (il tempo per raggiungere l'Università, i tempi morti tra una lezione e l'altra, la fila per entrare in biblioteca o a mensa o per poter parlare con il professore, il tempo speso per cercare le informazioni disseminate nelle bacheche dei diversi dipartimenti, per riorganzzare gli appunti, ...). Tutto ciò viene abbattuto A ZERO con la FAD, lo studente DEVE SOLO STUDIARE. Ecco perchè si riesce a stare in regola con gli esami, perchè non si perde tempo in attività che con la didattica nulla hanno a che fare. Io me le ricordo le attese di 2 ore dietro la porta del professore per chiedere una spiegazione o l'attesa di 40 minuti per aspettare un autobus... tutte energie perse. Su LimberLearning, dal mese di Ottobre, inizierò ad erogare dei webinar gratuiti e poi, più in avanti, dei corsi più articolati. Spero che mi seguirai. Ciao.

Alesatoredivirgole ha detto...

Ciao Alessandro,
in alcuni casi noi FAD abbiamo la possibilità di ascoltare o riascoltare non solo le lezioni FAD ma anche le lezioni in presenza per intero (non tutti i docenti danno il consenso per registrale però).
In ogni caso i TESTI e tutto il materiale di studio (pdf, slide, esercitazioni, ecc) sono fondamentali e sono le basi per approfondire gli argomenti trattati nelle lezioni FAD.

Per quanto riguarda l'ora di lezione FAD:
- il docente è visibile
- il docente risponde a quesiti online quando in diretta
- diverse slide relative all'argomento specifico scorrono a monitor gestite dal docente (e possono essere scaricate in ogni momento)
- le lezioni FAD sono scaricabili anche in formato video, audio, mobile per essere rivisteo riscoltate anche su smartphone, tablet, pc, offlineo online.

Lavorando 8 ore al giorno e dovendo gestire le problematiche di famiglia e figli non è semplice incastrare il tutto, il metodo FAD risulta essere un po' macchinoso all'inizio ma offre sicuramente diversi vantaggi.

Gli studenti arrivano un po' da tutta Italia e, nonostante il costo supplementare FAD, siamo davvero tanti.

LimberLearning: me lo segno, poi cercherò di dare uno sguardo ogni tanto, compatibilmente con tutto il resto. Più avanti magari riuscriò a seguire come si deve e ti farò sapere le lmie impressioni (sempre che possano interessare).

PS: anni fa c'era un bel corso online (streaming con docente sulla sinistra e slide che scorrevano sulla destra) relavito a Reach. Se non ricordo male era stato realizzato dal Ministero dello Sviluppo Economico. Non era niente male come struttura.

Nel caso dovessero servirti altre info in memrito a FAD chiedi pure, sai dove trovarmi ;-)

A presto e in bocca al lupo anche per questa nuova esperienza !!!

Ciao
Davide

Alèxandròs ha detto...

Ciao Davide. Tutto quello che mi racconti non mi è nuovo, conosco bene la UniNettuno, che è stata l'antesignana storica della FAD a livello Universitario. Negli ultimi anni, altri poli univeristari hanno scelto questo approccio e so per certo che riscutono notevole successo. Come hai ben detto, per chi lavora queste sono spesso le uniche possibilità di conciliare l'attività lavorativa e gli studi universitari. Limber Learning OVVIAMENTE non pretende di potersi paragonare ad una Università Online ma è solo un'opportunità ulteriore.

Posta un commento