martedì 12 giugno 2012

Ancora sulle tariffe per un freelance writer

Chi mi legge avrà capito che nutro una certa passione per capire le tariffe che un technical writer freelance può chiedere per il proprio lavoro.

Questo dato non può essere ovviamente determinato in assoluto, ma sulla base di rilevazioni statistiche è possibile avere un "riferimento medio" sul quale ragionare. Come sempre, i dati più completi ed interessanti arrivano dal mondo anglosassone.

In questo caso vi segnalo una risorsa molto recente: How Much Should I Charge? di Lynn Wasnack, basata su un insieme di dati raccolti nel biennio 2009-2010.

In questo PDF troverete delle tabelle in cui sono riportate le tariffe minima, media e massima per diverse tipologie di writing, classificate fondamentalmente in tre modi: tariffa oraria, costo a progetto, altro (es. tariffa per parola o tariffa giornaliera).

Lynn Wasnack ha lavorato per anni come freelance medical/business writing ed il suo lavoro di raccolta dati è molto interessante.

Nella figura seguente, ecco un estratto del documento che riguarda il technical writing ed affini:

 
Vi consiglio di scaricare il PDF, dove peraltro, nelle pagine iniziali, potete trovare gli indirizzi web di molte organizzazioni ed enti ai quali è possibile rivolgersi per attingere molte altre informazioni utili, soprattutto per coloro che volessero lavorare in ottica freelance ed in lingua inglese.

Chi fosse interessato ad approfondire queste tematiche può leggere anche:

La professione del Tech Communicator: Job Outlook dagli USA

Tariffe per un Technical Writer USA: ma in Italia?

Lavorare come Technical Writer freelance



Condividi


Articoli correlati per categorie



2 commenti:

marina bisogno ha detto...

molto molto interessante

Alèxandròs ha detto...

Ciao Marina. Grazie dell'apprezzamento. Ti seguo da un pò e mi piace sempre parecchio quello che proponi. Nella pausa pranzo ti scrivo "in privato". Ciao.

Posta un commento

Posta un commento