giovedì 15 marzo 2012

Nuove frontiere per la manualistica

Prendo lo spunto da un'articolo apparso oggi su Repubblica per aprire uno spiraglio sull'area della produzione di documentazione multi-canale e delle relative tecnologie. Sto seguendo e studiando questo tema, sempre più attuale ed in rapidissima evoluzione, da almeno 12 mesi e ora che mi sono chiarito un pò le idee sto preparando una serie di articoli a tema. Prossimamente su questi schermi... ciao!

Condividi


Articoli correlati per categorie



2 commenti:

Marco Cevoli ha detto...

L'argomento è molto interessante. L'intreccio fra i vari media è un campo che apre innumerevoli possibilità: di questi giorni è la notizia che la casa editrice Marvel pubblicherà un'app per leggere i suoi fumetti in augmented reality (http://www.forbes.com/sites/tomiogeron/2012/03/11/marvel-comics-axel-alonso-new-app-augments-reality-video/). Quindi da un lato abbiamo i creatori di contenuti che devono produrre in un formato duttile, capace di adattarsi ai vari media (con l'aiuto dei tecnici che adatteranno il formato ai vari media/supporti) e dall'altro gli utenti che sempre più fruiscono i contenuti in modi differenti fra loro e non sempre prevedibili. Quanta carne al fuoco... :)

Alèxandròs ha detto...

Si Marco. Sono convinto che l'avvento dei tablet di ultima genereazione darà una mazzata terribile al mercato dei lap-top e quindi cambierà anche il modo in cui fruiremo dei contenuti. Il PDF non basterà più, grafica ed animazioni integrate in un testo, video-tuorial e anche l'augmented reality saranno "forme di documentazione" sempre più richieste e complementari alla manualistica classica.

Posta un commento

Posta un commento